ISLANDERS, LE SENTINELLE FERMANO L’ ONDA

ISLANDERS, LE SENTINELLE FERMANO L’ ONDA

Sconfitti dai Sentinels per 23-14 in una gara condizionata dai molti errori e dall’infortunio del QB Romanato. Coach Annibale: “Ancora una volta dobbiamo fare mea culpa”.

 

Quarti 1 2 3 4 Finale
Sentinels Isonzo 13 7 0 3 23
ISLANDERS VE 0 7 7 0 14

 

 

darioVenezia, 22 maggio 2017 – Niente da fare a Gorizia per gli Islanders Venezia. I troppi errori di esecuzione, condannano alla sconfitta la truppa di Coach Annibale, in un match subito in salita nel primo quarto per l’ uno due isontino (13-0 dopo pochi minuti) ma soprattutto per l’ infortunio del quarterback veneziano Mattia Romanato, uscito dalla partita dopo essere stato placcato durante un’ azione personale nel primo quarto. Finisce quindi con una seconda piazza nel girone (record di di 4 vinte e 2 perse) la stagione regolare 2017 per gli Islanders, che possono recriminare sui propri errori di esecuzione nelle due sfide principe della stagione. Ora l’ attenzione passa alla griglia playoff che verra’ comunicata dal commissioner nei prossimi giorni sulla base dei risultati delle ultime partite giocate domenica. Ora gli Islanders dovranno passare per la roulette delle Wild Card andando a giocare molto probabilmente in trasferta.

 

La cronaca. Il campo di Fogliano accoglie I bluteal sotto una fitta pioggia, ma questa volta, rispetto alla gara dello scorso anno, il terreno di gioco tiene perfettamente e permette alle due squadre di sviluppare pienamente iI proprio gameplay. Partono forte pero’ i padroni di casa che al primo possesso varcano l’ endzone veneziana per il 6-0 parziale (trasformazione sbagliata). Nulla di particolare e situazione sotto controllo in side line bluteal, se non fosse che nel successivo possesso, il QB Romanato si infortuna durante un placcaggio da cui ne deriva un fumble (la palla persa rimane in campo per questione di centimetri) prontamente raccolto dalla difesa Sentinels e riportato in touchdown per il 13-0 parziale (buona la trasformazione). L’ infortunio a Romanato, costretto ad abbandonare il match, getta nel buio l’ attacco Islanders: Dario Annibale entra in cabina di regia e regala subito un intercetto alla difesa dei padroni di casa. Troppo ghiotta l’ occasione per non allungare ed infatti i Sentinels, grazie sempre ai giochi di corsa, sfondano per il terzo TD di giornata, che, con il calcio tra I pali, porta il punteggio sul 20-0 nel secondo quarto. Sembra notte fonda per la squadra del presidente Maina, soprattutto quando Annibale, lancia il secondo intercetto. Questa volta pero’ la difesa veneziana tiene e costringe al punt gli isontini. Forse e’ proprio questo sussulto che cambia l’ approccio alla gara dei bluteal. I giochi di corsa iniziano a funzionare, e l’ attacco inizia a guadagnare yard su yard, fino a siglare il punto del 20 a 7 (trasformazione buona) prima dell’ intervallo. A inizio terzo quarto l ‘ inerzia rimane a favore degli Islanders che di nuovo grazie alle corse, percorrono tutto il campo ed entrano in endzone per il 20-14. Il pubblico sugli spalti incita a gran voce i giocatori di ambo gli schieramenti, ma sembra che i Sentinels abbiano subito il colpo: l’ attacco di casa non riesce piu’ a far girare il pallone perche’ di fronte la difesa Islanders dimostra tutto il suo valore fermando le folate offensive giallo verdi. Un touchdown separa gli Islanders dalla vittoria, ma ancora una volta, l’ attacco veneziano, che percorre nuovamente tutto il campo, non riesce ad incidere e segnare a causa di alcuni falli e fumble dei portatori di palla, e anzi, sono i Sentinels ad andare a referto con un fieldgoal dalla corta distanza che porta il punteggio sul 23-14 a pochi minuti dalla fine, spegnendo definitivamente le speranze dei bluteal di vincere il match.

 

I commenti. “Troppo tesi i nostri ragazzi” commenta l’ head coach Annibale, “ nonostante le raccomandazioni del coaching staff, ci siamo fatti prendere dalla foga, troppi errori, troppi fumble che hanno permesso ai Sentinels di segnare due touchdown. Dopo un momento di sbandamento conseguente all’ uscita di Romanato,siamo riusciti a cambiare volto alla partita, grazie alla grinta della difesa e alla voglia di riscatto dei ragazzi dell’ attacco. Oltre a segnare due touchdown e avvicinare i Sentinels nel punteggio, li abbiamo messi in difficolta’ piu’ volte sia in attacco che in difesa concedendogli solo un fieldgoal nei secondi due quarti di gara. Forse con delle condizioni atmosferiche diverse ci sarebbe stata una’ altra partita e magari avremmo portato a casa il risultato. Ancora una volta pero’ dobbiamo fare mea culpa per le troppe imprecisioni, cosa che dovremmo risolvere andando a giocare I playoff”.

 

(foto Davide EOS Grandin)

—–

Matteo Caroncini

Ufficio Stampa ISLANDERS Venezia

info@islandersvenezia.com

Attachment

dario image1