INSIDE THE TEAL – Federico Santello

16174593_10154228016974212_6250662663408941731_nFinito lo scrimmage contro i Thunders Trento, i nostri Islanders son tornati subito agli allenamenti e noi torniamo a parlare di loro con INSIDE-THE-TEAL.
Bentornati cari amici dei Blue-Teal, oggi giovedì 26 Gennaio, San Tito San Timoteo e Santa Paola, in onore di tutti questi santi, oggi parleremo del nostro.
Con la maglia numero 23, ecco a voi il nostro cornerback Federico “Santos” Santello.

“UNO DEGLI ISLANDERS PIU’ GIOVANI E RECENTI, MA ANCHE UNO DEI PIU’ INNAMORATI DI QUESTO SPORT, QUANDO HAI INIZIATO A GIOCARE?”

“Ho iniziato a giocare a football nell’estate del 2015 grazie ad un po’ di fortuna perché ho conosciuto coach Volpi al seggio durante le elezioni nazionali… diciamo che quel giorno ho votato anche per gli islanders

“COME MAI HAI SCELTO IL FOOTBALL AMERICANO? PERCHE’ QUESTA PASSIONE?”

“Il football americano mi ha sempre entusiasmato sin da piccolo, e poi diciamoci la verità.. indossare casco e spalliera ti fa sentire come Superman!”

“PRIMA DEL FOOTBALL CHE SPORT PRATICAVI?”

“Ho giocato anni a basket, tennis, nuoto e rugby, ma nessuno di questi ti da le emozioni che da il football. La tensione prima di una partita, la carica dei compagni e tutto ciò che ti gira per la testa mentre giochi sono sensazioni indescrivibili.”

“C’E’ QUALCHE FILM CHE TI HA COLPITO SUL FOOTBALL?”

“Si ricordo benissimo “Il tempo di vincere”. Film tratto dalla storia vera dei De la Salle Spartans e delle loro 12 vittorie del campionato consecutive. La cosa che mi è rimasta impressa è il sentimento di famiglia che c’è all’interno della squadra espresso nel film.. e che io ho ritrovato negli Islanders.”

“COM’E’ STATO ENTRARE A FAR PARTE DI UN TEAM GIA’ FORMATO? HAI TROVATO QUALCHE DIFFICOLTA’?”

“No dai, non ho avuto difficoltà. Per come l’ho vissuta io, l’entrata in squadra, è stata divertente.. dopotutto cosa potevo aspettarmi da dei compagni come i miei, casinari come pochi

“SAPPIAMO CHE SEI UN MEZZOSANGUE TRA OFFENCE E DEFENCE, COSA PREFERISCI?”

“Se devo dirti cosa sento nel cuore ti dico defence.. però non posso certo negare che una capatina in offence la farei volentieri vista la gloria di cui gode ad ogni big play

“PARLACI DI TE, COSA FAI NELLA VITA OLTRE AL FOOTBALL?”

“Nella vita studio architettura all’università di Venezia, sono al terzo anno e mi manca un solo esame alla laurea. E dopo l’università l’intenzione è quella di proseguire su questo percorso ma mi piacerebbe riuscire a combinare questa professione ad una serie di hobby come il football”

“ALLORA ADESSO ABBIAMO IL DOMANDONE FINALE : COSA TI RIESCE MEGLIO? ESSERE UN GIOCATORE DI FOOTBALL O PROGETTARE PALAZZI?”

“Allora, devo dirti che la pastasciutta al tonno mi viene da dio.. Per il resto, bhè lasciamo che siano altri a parlare..”

Fantastico il nostro Santos, bhè speriamo che non si mangi troppa pasta al tonno, sennò nella prossima partita non riuscirà più a correre..
INSIDE-THE-TEAL vi aspetta giovedì prossimo, con un altro giocatore e la sua storia tutta da scoprire.
Ecco cosa c’è sotto casco e spalliera
STAY TUNED-STAY TEAL-STAY ISLANDERS

 

Attachment

16174593_10154228016974212_6250662663408941731_n

Our Partners