CONQUISTATI I PLAYOFF!!

Vittoria non facile (24-6) contro gli Alligators Rovigo che qualifica i bluteal alla post season. Coach Annibale: “Primo risultato di stagione raggiunto”

 

 

Scoring Summery:

 

1 qrt     ISL – Longo G. 2 yd run (Barbaro A. kick)

 

2 qrt     ISL – Cester M. 35 yd pass from Annibale D. (Barbaro kick)

ISL – Santello F. safety

 

3 qrt     ALR – Conteh 65 yd pass from Omietti G. (Ferrari A. kick failed)

 

4 qrt     ISL – Longo G. 1 yd run (Barbaro A. rush)

 

Venezia, 15 aprile 2019 – Obbiettivo Playoff raggiunto. Per il quarto anno consecutivo, gli Islanders Venezia conquistano uno spot per la post season del campionato di football a 9 giocatori e guardano all’ultima sfida di stagione regolare con i Doves Bologna per definire la griglia playoff.

Eppure la vittoria con gli Alligators Rovigo, non e’ stata una passeggiata, a dimostrazione che i rodigini, presentatisi a Favaro con un roster cortissimo, hanno avuto una crescita esponenziale dalla loro fondazione. Vero e’ che gli Islanders sono scesi  in campo con una formazione in attacco con parecchie novita’ tra cui quella di Dario Annibale come quarterback al posto di Romanato, mostrando diverse nuove formazioni sicuramente da sgrezzare e oliare. Di positivo l’ avvio della squadra di coach Annibale, che nei primi due quarti trovava il doppio vantaggio con una corsa di Longo e una bella ricezione di Matteo Cester (lanciato lungo da Annibale) prima della safety di Santello del 16-0. Alcuni errori in attacco e qualche ingenuita’ in difesa permettevano a Rovigo di siglare il 16-6 e tenere per gran parte della ripresa l’ inerzia della gara fino al secondo TD di Longo che faceva scendere il sipario sulla gara e mandava gli Islanders ai Playoff.

 

La cronaca. Calciano gli Islanders e Rovigo e’ subito in partita: conquista tre primi down con un bel lancio e due buone corse e mette paura alla D isolana. D che invece reagisce alla grande perche’ sul tentativo di sorprendere la retrogradia bluteal con un lungo lancio, il QB Omietti subisce il primo intercetto di serata dal veneziano Michielis che riporta l’ ovale fino alle 30 yard di casa. Prendendo in prestito dal calcio il detto “goal sbagliato, goal subito”, gli Islanders, al primo possesso vanno a segnare. Buon lavoro di corse di Sportillo e Longo, con quest’ ultimo che buca l’ endzone rodigina dalle 2 yard. I calcio di Barbaro e’ tra i pali e padroni di casa avanti 7-0. La segnatura non scoraggia gli Alligatori, che si buttano a testa bassa nel guadagnare terreno, ma il gioco di corse non e’ incisivo (saranno solo 8 le yard guadagnate su corsa in tutto i match) e ridanno palla a Venezia. La nuova formazione d’ attacco macina gioco ma mostra diversi errori di esecuzione che la portano a giocare un secondo tentativo e 15 ad inizio del secondo quarto. La selezione di coach Nardo e’ un lancio che magistralmente Annibale indirizza per il profondo Matteo Cester, che brucia il suo diretto avversario per 35 yard e segna il touchdown del 13-0. Barbaro al piede si ripete e punteggio su 14-0. Rovigo stavolta accusa il colpo e va di nuovo al punt. Qui gli Islanders potrebbero segnare ulteriormente perche’  uno scatenato Longo porta la squadra nella redzone avversaria prima che Sportillo, con una ricezione funambolica, metta il pallone sulla 1 yard difensiva dei rodigini. Annibale pero’, nel correre esterno commette fumble  prontamente ricoperto dagli Alligators con Pietrogrande. Ma nei momenti di difficolta’ e’ sempre la difesa di coach Veratelli a salire in cattedra e costringere il Qb Omietti ad una corsa con perdita di 8 yard e successivo placcaggio in area di meta a opera di Federico Santello per una safety bluteal.  Sul 16-0, si rivede lo spettro della partita contro Imola, perche’ gli Islanders iniziano a commettere errori in attacco regalando campo a Rovigo.  Il QB Annibale, sempre sotto pressione, subisce una perdita di 11 yard alla quale si somma la penalita’ di intentional grounding relegando Venezia a giocare un terzo e 26. Su quarto tentativo altro errore di Barbaro su punt che viene placcato perdendo atre 12 yard e mettendo l’ attacco di Rovigo dentro le 20 yard di casa. La difesa bluteal porta i polesani a giocare un fieldgoal, che , per il sospiro di sollievo del pubblico, esce a sinistra e fa terminare il primo tempo con gli Islanders avanti 16-0.

Ad inizio ripresa i bluteal riescono a forzare la arcigna difesa di Rovigo e a portarsi di nuovo a poche yard dalla segnatura. Anche in questo caso gli Alligators alzano le barricate e prima costringono Annibale ad una perdita di terreno, e successivamente fermano l’ azione di quarto down riconquistando palla. L’ inerzia passa dalla parte dei rodidigini che, dopo aver rischiato un’ ulteriore safety sempre con Omietti, riescono a violare l’ endzone di casa con un missile terra-aria di Omietti per Conteh, che, complice anche un grossolano errore in copertura dei backs veneziani, si mangia le poche yard restanti e sigla un TD di ben 65 yard. Il calcio non e’ buono e il risultato rimane sul 16-6. Sale la tensione in side line veneziana e solo l ‘ instancabile Longo riesce a pungere in campo non portando pero’ ad azioni di nota. Cosi il terzo quarto scivola via velocemente, come velocemente Rovigo continua a sfiancare gli Islanders con i lanci ma quando provano il gioco a terra la difesa di casa e’ reattiva ed annulla il pericolo. In attacco pero’, gli Islanders non riescono a muovere palla,  e quando lo fanno trovano l’ intercetto di Rovigo con Fornasiero che rida’ speranza ai rsuoii di accorciare il punteggio.  Di nuovo Omietti spaventa la retroguardia lagunare ma al’ ennesimo lancio forzato, sono questa volta le mani di Igor Canato ad intercettare il pallone e restituirlo alla squadra di casa.  Gli Islanders provano ad avanzare con i lanci, ma faticano anche per colpa di qualche fallo in attacco di troppo.  Dopo un paio di incompleti, Annibale trova di nuovo le mani di Matteo Cester (22 yard) che porta palla sulle 3yard rodigine. Da li, l’ ovale va in cassaforte nelle mani di Longo che sfonda per il suo secondo sigillo di serata. Barbaro “inventa” una trasformazione alla mano che va a buon fine e gli Islanders si portano sul 24-6. Con poco meno di due minuti da giocare gli Islanders provano alcune formazioni e giochi nuovi, ma che non portano a nulla. Poco importa. I playoff sono gia’ raggiunti.

 

I commenti. “Abbiamo iniziato la partita molto bene” – riassume la sfida Coach Annibale – “con il nostro attacco padrone del campo con un buon mix di corse e passaggi che hanno portato ai primi due TD. Ma poi, causa anche i vari cambiamenti di formazione che stavamo provando, abbiamo commesso una serie di errori che hanno rimesso Rovigo in partita, e riavvicinati pericolosamente nel risultato. Fortunatamente poi, con un finale in crescita, abbiamo messo la parola fine al match portando a casa l’obbiettivo minimo di questa stagione della qualificazione ai Playoff”.

 

———————————————

Matteo Caroncini

Ufficio Stampa ISLANDERS Venezia AFT

info@islandersvenezia.com

Attachment

banner 2019_RESULTS_HOME_vs Aligators

Our Partners