CHE VITTORIA! SCONFITTE LE AQUILE

Vittoria di misura (24-22) contro le Aquile Ferrara in una gara ricca di emozioni. Longo mattatore del match. Coach Annibale: “Vittoria voluta in modo caparbio da tutti i giocatori”.

 

Quarti 1 2 3 4 Finale
ISLANDERS VE 0 6 6 12 24
Aquile Ferrara 0 9 7 6 22

 

Scoring Summary:

2 quarto    10:08 ISL – Longo G. 1 yd run (Favaro S. kick failed)

01:45 AQU – Sicignano F. safet

00:15 AQU – Papa M. 14 yd run (Romagnoli A. kick)

3 quarto    05:48 ISL – Longo G. 3 yd run (Favaro S. rush failed)

02:31 AQU – Fondi P. 1 yd run (Romagnoli A. kick)

4 quarto    06:59 ISL – Longo G. 4 yd run (Favaro S. rush failed)

03:52 AQU – Cavallino R. 1 yd run (Cavallino R. pass failed)

02:35 ISL – Annibale D. 32 yd pass from Romanato M. (Longo G. rush failed)

 

IMG-20180226-WA0002Venezia, 26 febbraio 2018 – I sacrifici ripagano. Si potrebbe sintetizzare così il risultato della gara d´esordio in campionato di sabato sera degli ISLANDERS con le Aquile Ferrara. Con una decisa prestazione collettiva, gli isolani sono riusciti a battere gli estensi in un match che ha dato emozioni per quattro quarti ma che alla fine ha visto sorridere il team di coach Annibale, vittorioso per 24 a 22. L’offense veneziana si é affidata i giochi di corsa di Longo (150 yds per lui e 3 TD) e alle mani di Dario Annibale (3 ricezioni e 1 TD) riuscendo a forzare gli spazi lasciati dalla squadra ducale, fisica e organizzata, ma che non è riuscita ad arginare gli instancabili motorini bluteal. Dal canto suo la difesa veneziana , una volta trovati gli aggiustamenti al gioco di corsa delle Aquile, ha fatto vedere pregevoli giocate personali, confezionando 3 sack (2 di Arvali, 1 di Santello) e ricoprendo un fumble (Santello), ma soprattutto, quando il fiato iniziava a mancare, resistendo agli ultimi attacchi degli ospiti. Per gli Islanders prima vittoria stagionale e grande entusiasmo, che da ai lagunari un importante vantaggio nello scontro diretto. Cala il sipario sul Fabio Baggio Gameday 2018 ma i riflettori a Favaro si accenderanno di nuovo sabato 10 marzo quando arriveranno gli Alligators Rovigo per un match che metterà’ già in palio punti importanti per allungare in classifica.

La Cronaca. Pronti via e già il primo drive fa capire che sarà una serata ricca di emozioni. Il kickoff di Favaro da palla alle Aquile che al primo tentativo commettono subito fumble con Santello bravo a ricoprire il pallone sulle 39 yds degli ospiti. Entra in campo l´attacco guidato da Romanato che affida palla subito a Longo, abile a correre fino alle 12 yds estensi. La difesa ducale si chiude, Romanato varia il gioco tentando il lancio, ma subisce subito l´intercetto da parte di Cioni che spegne gli entusiasmi bluteal. Le Aquile si affidano anch’esse al gioco di corse, e dopo un buon drive che le porta nella metà campo veneziana sono costrette a ridare palla agli Islanders quando il QB Cavallino subisce il primo sack di giornata da parte di Arvali. Gli Islanders però non ne approfittano e ridanno palla alle Aquile. Il copione è lo stesso e finisce nello stesso modo: bel placcaggio di Pirona sul runner estense per una perdita di 9 yard al terzo tentativo e Aquile costrette al punt. Le difese salgono in cattedra e gli attacchi non pungono. Sul finire del quarto guizzo bluteal con Romanato che, dopo aver subito un sack, lancia per 29 yds per le mani di Annibale e primo down islanders.  Le corse di Longo stancano la difesa ospite e quando Romanato riprova il lancio lungo, Annibale subisce un pass interference che porta gli Islanders sulle 10 yds offensive. Palla a Longo che guadagna 9 yds e all´ultimo tentativo, chiude la yard mancante regalando i primi 6 punti agli Islanders. Calcio fallito e punteggio sul 6-0. Le Aquile sono squadra esperta e non subiscono il colpo. Anzi, nel giro di pochi minuti ribaltano il risultato. La difesa riesce a fermare i veneziani che, costretti al punt, subiscono una safety su Favaro, portando il risultato sul 6 a 2. La palla torna nelle mani degli estensi che affidandosi alle mani di Mingozzi (che riceve un bel passaggio per 32 yds) e alle corse di Papa, trovano il touchdown del sorpasso andando a segnare il 9 a 6 (calcio tra i pali) con il quale si chiude il primo tempo.

 

Nel terzo quarto gli Islanders scendono in campo decisi a recuperare il risultato ma durante il kickoff estense, il lineman Rossi commette un fallo personale considerato grave dagli arbitri e viene espulso. I bluteal devono correre ai rimedi facendo entrare il giovane Varola in linea di attacco, ma non riescono a ritrovare il ritmo e sono costretti al punt. Ci pensa allora la difesa di coach Mondin a ridare speranza al pubblico veneziano, quando di nuovo Arvali riesce ad atterrare il QB estense per una nuova perdita di yard. La reazione degli isolani non si fa aspettare: l´attacco di coach Nardo spinge sull´acceleratore e trova il punto del sorpasso sempre con Longo che sfonda per 3 yds, dopo che Annibale aveva guadagnato 31 yds arpionando un lungo pass del QB veneziano. Ancora il calcio è fuori e il risultato diventa 12-9 islanders. Tranquillità’ non e’ certo la parola adatta al match e subito le Aquile ribaltano nuovamente il punteggio grazie al rodato gioco di corse: arrivati sulle 13 yard il pallone viene affidato a Fondi che trova la segnatura e grazie a calcio, fissa il parziale su 16 a 12 Aquile.

Il cronometro corre e si entra nel quarto quarto, dove , come si era capito dal’ inizio le emozioni non si fanno mancare. Gli Islanders non pungono con il gioco aereo e muovono palla con Longo ma senza trovare lo spunto. Cosa che invece fanno i giocatori delle Aquile,  rendendosi autori di due falli personali che portano gli Islanders sulle 34 offensive. Longo di nuovo corre per 23 yds e di nuovo subisce fallo. Dalle 4 yard, il runner veneziano sigla il suo terzo TD di serata e ribalta di nuovo lo score portando gli Islanders avanti 18-16. Dalla sideline estense coach Mantovani si affida ai suoi uomini migliori e viene ripagato: nel drive successivo e’ di nuovo Papa , dopo una bella corsa di Cavallino, a entrare in endzone e regalare il 22 a 18 alle Aquile. Mancano poco più’ di 3 minuti alla fine e tra il pubblico veneziano, serpeggia lo spettro della prima sconfitta. Ma gli Islanders buttano il cuore oltre l’ ostacolo e arrivano alle 32 difensive degli ospiti. Al secondo tentativo, Romanato finta il lancio a sinistra e poi spara l’ ovale lungo sulla destra: Annibale sembra ben marcato dal difensore ma riesce a far suo il pallone e entrare in endzone. Esplode la sideline  e il pubblico bluteal per i nuovo punteggio che dice 24 a 22 islanders (kick no good). Mancano meno di 2 minuti alla fine e la tensione cresce. Le Aquile provano a guadagnare terreno con i giochi di corse, ma i sacrifici veneziani vengono ripagati: al terzo down, Valentini atterra il QB estense per una perdita di 5 yds e sul successivo quarto down, il lungo lancio di Cavallino cade incompleto sancendo la vittoria degli ISLANDERS Venezia.

I commenti.  “La partita e’ stata dura, fisica, a tratti esaltante” – commenta il capo allenatore islanders Daniele Annibale – “ i ragazzi in campo hanno dato tutto, sia chi ha giocato doppio ruolo o in un ruolo non suo, sia chi ha esordito in campionato come alcuni rookie. Pirona e Valentini hanno fatto un lavoro grandioso, ma chiunque ha giocato ha dato il meglio di se. Le Aquile hanno provato a metterci in difficoltà’ con tutte e loro armi ma nulla hanno potuto contro la nostra caparbietà’. Mi dispiace per qualche infortunio subito da alcuni giocatori, lavoreremo per recuperarli al meglio per la prossima gara”. “E’ stata una dura battaglia vinta con forza determinazione e capacita’” – fa eco coach Diego Mondin – “Abbiamo fatto un grande lavoro per arrivare preparati a questa partita contro una squadra di esperienza, abbiamo meritato questa vittoria e ora guardiamo al futuro”.

 

—————————–

Matteo Caroncini

Ufficio Stampa ISLANDERS Venezia

info@islandersvenezia.com

Attachment

Longo_ISLvsAqu IMG-20180226-WA0002